browser icon
You are using an insecure version of your web browser. Please update your browser!
Using an outdated browser makes your computer unsafe. For a safer, faster, more enjoyable user experience, please update your browser today or try a newer browser.

Renken Onlus

logo renken copia

Referente: Claudia Nicola, Tel.: +39 3381416296, E-mail: info@renken.it, Sito: www.renken.it

Abbiamo conosciuto l’Associazione Renken Onlus. Renken significa “ridi” in lingua djola, lingua del sud del Senegal.

Renken Onlus nasce nel 2006 a seguito di differenti esperienze avute dai suoi fondatori iniziali in Africa, tra cui il Senegal.
L’associazione Renken Italia ha sede a Torino e si appoggia ad un’associazione gemella, Renken Senegal, con sede a Malika, nella periferia della capitale Dakar, fondata e gestita da ragazzi senegalesi.

Progetti Kassak cantiere scuola 2Ci hanno raccontato di avere numerosi progetti in corso, diversi dei quali attivi fin dalla sua fondazione.
I primi progetti finanziati sono stati l’ampliamento di una scuola elementare locale e la costruzione di una scuola materna. In prospettiva futura vi è l’intenzione di prendere completamente in gestione la scuola elementare al fine di farne un centro diurno dove poter organizzare differenti attività.
Poco dopo hanno iniziato la costruzione di una casa, divenuta sede dell’associazione in Senegal e base di appoggio per i volontari e per chi parte per turismo responsabile con loro.
Altri progetti interessanti sono il sostegno a distanza (SAD) e il sostegno a gruppi di donne locali attraverso corsi di alfabetizzazione in francese, in lingua wolof e nella ricerca di opportunità di lavoro.
Lavorano anche con ragazzi adolescenti, delle scuole superiori, per i quali organizzano corsi di educazione sessuale e sanitaria.
Fuori Malika, a Kassack, villaggio al nord del paese, sostengono un progetto di bike sharing (perché no? Si può ridere anche pedalando :)), in collaborazione con l’associazione Muovi Equilibri e il Comune di Torino, che conta di 15 bici, e hanno finanziato la ristrutturazione della scuola elementare locale.

Un altro progetto è il recupero di bambini di strada, ovvero di quei bambini che, adescati con la scusa di insegnare loro il corano, sono stati costretti a mendicare per le strade della capitale.
Questi bambini vengono ospitati nelle “Daara”, ovvero i centri, le scuole coraniche.

Con il tempo Renken Onlus ha instaurato relazioni e collaborazioni con 4 Daara. Inizialmente la collaborazione Senegal 2012-2013 604consisteva nel solo sostegno sanitario. Successivamente si è passati ad un aiuto nell’alfabetizzazione per poi giungere alla creazione di centri diurni nei quali praticare attività sportive, fare teatro, organizzare corsi di igiene ecc.. L’obiettivo è, ora, giungere ad una maggiore alfabetizzazione e formazione professionale.

In Italia invece organizzano raccolte fondi, cene, aperitivi, teatro, corsi di educazione allo sviluppo (EAS) nelle scuole medie di Torino.
Inoltre promuovono e coordinano viaggi di conoscenza e di turismo responsabile, oltre a cantieri di lavoro, al fine di permettere a chi fosse interessato di poter vivere a stretto contatto con la popolazione locale e di poter fare un’esperienza formativa e di volontariato in Senegal.

Attualmente vi sono circa 20/25 volontari in Italia e una decina di volontari senegalesi a Dakar.

casa cibo attivit+áXlestrade ha chiesto loro quali sono i modi e le possibilità per collaborare con Renken Onlus.
Ci hanno risposto che l’associazione Renken è suddivisa in 6 aree, ognuna con il proprio referente, ed in base all’area di interesse è possibile contattarli e dare il proprio contributo. Le aree sono: turismo, progettazione, SAD, EAS, contabilità/amministrazione, comunicazione/eventi.

Il messaggio di Renken Onlus per i lettori di Xlestrade è in realtà un invito. L’invito è, diciamo noi, quello di affrontarle le strade, senza attraversare o ritornare indietro. Il consiglio per tutti è, dicono loro a prescindere dal “con chi”, di fare un’esperienza di volontariato all’estero in quanto è realmente più quello che si riceve in confronto a quello che si dà.

Grazie Renken Onlus!! Vi auguriamo davvero di poter proseguire con entusiasmo il percorso in Senegal, insieme a tutti coloro che volessero partire con voi!


Commento:

  1. Alessandro Lobascio

    mi piace essere utile e dopo le parole di Francesco il papa mi sento maggiormente per fare volontariato a Dakar in Senegal vorrei informazioni grazie saluti Lobascio Alessandro

Rispondi